Siti
Navigare Facile

Le Spese dei Prestiti

Le Spese Accessorie Relative al Prestito

Abbiamo ricordato come il TAEG sia un indicatore essenziale per confrontare fra loro diverse proposte di prestiti dal momento che include nel calcolo anche le spese accessorie le quali causano un incremento della rata periodica.

Le spese connesse ai prestiti sono diverse, alcune delle quali pur relativamente ridotte acquisiscono una certa importanza se sommate fra di loro.

Vi sono costi connessi a prestiti e mutui che sono riferiti ad un'operazione una tantum ed altri che ricorrono nel tempo venendo a rappresentare un costo fisso il quale incide sulle rate periodiche.

Tra i primi ricordiamo i costi relativi all'istruttoria della pratica di prestito e quelli da sostenere in occasione della chiusura del finanziamento, costi che variano in maniera importante in base alla banca o alla finanziaria a cui ci si rivolge, senza dimenticare che in taluni casi l'istruttoria gratuita al fine d'invogliare nuovi clienti ad avvalersi del servizio.

Banche e finanziarie addebitano tendenzialmente anche le spese d'incasso della rata (in sigla SIR) che pur essendo ridotte rappresentano un costo fisso da sopportare.

Anche le spese addebitate per le comunicazioni che la banca o la finanziaria effettuano ai propri clienti vanno messe in conto, trattandosi di costi che si ripetono per l'intera durata del finanziamento.

Per quanto concerne l'imposta di bollo ricordiamo che inferiore ai 15 euro e nel caso in cui siano imputate altre spese ad essa collegate saggio chiedere delucidazioni alla banca o alla finanziaria che ha concesso il prestito.

Infine ricordiamo i costi relativi all'assicurazione che viene richiesta per molte forme di finanziamento, dal mutuo per l'acquisto della casa alla cessione del quinto, come vedremo di seguito.